Problemi di dentizione nel coniglio: cosa fare se i denti del coniglio diventano troppo lunghi

 

Il coniglio è un roditore che presenta una dentatura suddivisa tra incisivi e denti interni o molariformi (premolari e molari). La caratteristica principale dei denti del coniglio è che sono tutti a crescita continua. Ciò è dovuto per natura dalle particolari esigenze alimentari del coniglio, che ha bisogno appunto di masticare continuamente cibi ricchi di fibre. Quella che però è una caratteristica naturale può diventare in alcune circostanze un problema, con i denti del coniglio che nel tempo possono diventare troppo lunghi.

 

Come funzionano i denti del coniglio

Gli incisivi del coniglio, superiori e inferiori, funzionano un po' come delle forbici, la cui funzione è quella di tagliare il cibo in pezzi di dimensioni adeguate ad essere introdotti nella bocca. Tra gli incisivi e i denti interni si trova poi un lungo spazio privo di denti, il diastema.

I denti interni (premolari e molari), costituiscono un'unità funzionale unica che ha lo scopo di “macinare” ulteriormente gli alimenti sminuzzati in precedenza dagli incisivi. Il cibo viene a questo punto masticato attraverso dei movimenti circolari che portano, attraverso il loro sfregamento, al consumo di tutta la superficie dentaria.

 

Guarda l'episodio di Animal Hospital Vet TV che abbiamo dedicato ai denti del coniglio e alla loro cura

 

Perché i denti del coniglio continuano a crescere?

In seguito al consumo dovuto alla masticazione di cibi fibrosi e allo sfregamento tra i denti mandibolari e mascellari, i denti del coniglio sviluppano una crescita continua e costante, quantificabile in circa 2 mm ogni settimana. Questa caratteristica molto singolare, ma di vitale importanza per i conigli, prevede tuttavia una grande attenzione da parte del proprietario e del medico veterinario riguardo a una corretta alimentazione che consenta la normale funzionalità dei denti.

 

Problemi e patologie che possono insorgere se i denti del coniglio sono troppo lunghi?

Una crescita continua e scorretta della dentizione del coniglio può comportare un'alterazione della masticazione, e con il tempo malocclusione, lacerazione di lingua o delle gengive da parte dei denti storti o lunghi.
Malocclusioni congenite o su basi alimentari sono molto comuni e vanno diagnosticate in
tempo, in modo da correggerle evitando eventuali dolori con conseguente inappetenza, che
rappresenta una delle principali cause di stasi gastrointestinale dei conigli.

 

Cosa fare se il coniglio ha i denti troppo lunghi?

La crescita eccessiva o scorretta dei denti del coniglio, come detto, è un problema abbastanza frequente, che però deve essere preso in tempo e non trascurato. La cosa da fare in questi casi è quindi portare immediatamente il coniglio dal veterinario.

Il rimedio generalmente consiste nella limatura dei denti del coniglio, che avviene sotto sedazione e con strumenti medici veterinari appropriati. Per tale motivo, oltre che per i rischi legati a infezioni, sono totalmente da escludere rimedi casalinghi. In determinati casi, specie nei conigli di età avanzata, può essere invece necessario procedere con l'estrazione del dente troppo lungo.

Ad ogni modo, un regolare controllo veterinario, eviterà il verificarsi di questo fenomeno. Prenota una visita presso la nostra clinica veterinaria.