L’estate è arrivata e, come per noi umani, il caldo e l’afa di stagione possono rappresentare un problema per i nostri amici a quattro zampe, soggetti a colpi di calore o di sole.

Pur non avendo ghiandole sudoripare (tranne che in piccole porzioni dei polpastrelli), cani e gatti mettono in pratica dei meccanismi di autoregolazione utili a disperdere il calore in eccesso. Vediamo quali.

Prima di tutto, cani e gatti perdono il pelo invernale e mantengono solo il manto estivo, perfetto per assicurare una temperatura corporea adeguata e per riparare la cute dal sole.

Il cane combatte il caldo aumentando la frequenza dei respiri (polipnea). Quando in estate vediamo che il nostro cane respira affannosamente, sta facendo semplicemente evaporare il calore in eccesso attraverso la saliva, in modo da abbassare la temperatura corporea ai fisiologici 38,5°.

Invece, la reazione dei felini al caldo è molto simile alla nostra quando cerchiamo refrigerio con una doccia: il gatto passa buona parte della giornata a leccare il pelo, in modo da inumidirlo e avere una sensazione di fresco.

In ogni caso, ci sono dei piccoli accorgimenti per rendere più tollerabili le alte temperature: ecco alcuni consigli che i veterinari della clinica Animal Hospital vi invitano a seguire.

 

ESTATE E ANIMALI: ALCUNI CONSIGLI PER COMBATTERE IL CALDO

 

  • Stiate certi che i vostri piccoli amici abbiano un luogo ventilato e all’ombra dove potere stare, oltre a una bella ciotola di acqua fresca e del cibo semplice da digerire.
  • Se il cane o il gatto ha un colpo di calore, abbassate la temperatura bagnandoli con acqua fresca e non ghiacciata.
  • Evitate di passeggiare nelle ore più calde della giornata, sia per prevenire colpi di calore che fastidiose scottature ai polpastrelli.
  • Quando uscite, portate sempre con voi dell’acqua fresca da potere somministrare in caso di sete o di caldo eccessivo.
  • No all’aria condizionata, sì a un ventilatore: in questo modo si evitano dannosi sbalzi di temperatura.
  • Non lasciate mai un animale dentro l’auto: l’abitacolo raggiunge temperature elevatissime in pochi minuti e lo condannerete a morte.
  • Se avete un cane o un gatto dal manto chiaro, potete proteggerlo dalle scottature applicando una crema protettiva sulle estremità bianche e sulle punte delle orecchie.
  • Occhio ai parassiti come zecche e pulci, o alle zanzare: ricordatevi di applicare con cadenza regolare gli appositi antiparassitari oppure di fargli indossare il collare.
  • Attenzione anche ai parassiti sui conigli e criceti: il caldo favorisce la possibilità di proliferazione di uova di mosche sul pelo, per cui bisogna controllarli spesso e tenere ben pulita gabbia e lettiera.
  • Non lasciate uccellini e canarini all’esposizione diretta di raggi solari, ma fate in modo che stiano in un luogo ombreggiato e fresco.
  • La stessa regola vale per i pesci: ricordate anche di riempire la vasca dell’acquario per compensare l’evaporazione e reintegrare l’ossigeno.

 

COLPO DI CALORE NEL CANE: SINTOMI E RIMEDI

Nonostante siate stati attenti in tutti i modi, può capitare che il cane abbia un colpo di sole o di calore. Qual è la differenza tra i due?

Il colpo di calore si manifesta quando il corpo non riesce a smaltire il calore in eccesso, cosa che può capitare se un animale rimane a lungo chiuso in macchina; il colpo di sole, invece, è dovuto all’azione diretta dei raggi solari.

Tra i sintomi del colpo di calore e del colpo di sole segnaliamo:

  • Aumento della salivazione, con saliva più densa;
  • Arrossamento di gengive e lingua;
  • Tremori;
  • Diarrea;
  • Svenimento;
  • Nei casi più gravi, coma e morte.

Nel caso il vostro pet manifesti alcuni di questi sintomi, vi consigliamo di fare abbassare subito la temperatura corporea dando dell’acqua e di portarlo subito in clinica per una visita e fargli prestare le migliori cure del caso.