L’estate è ormai alle spalle e con l’arrivo dell’autunno e della cosiddetta mezza stagione, i nostri amici conigli vanno incontro alla muta. Per sgombrare il campo da ogni dubbio: se teoricamente la muta avviene in primavera e in autunno, molto spesso il fenomeno si verifica anche più di due volte all’anno.

Vediamo cosa fare per la muta del coniglio.

 

MUTA DEL CONIGLIO: QUANDO E COME

 

Come già sottolineato, la muta del coniglio può avvenire anche più di due volte l’anno ed è un evento da tenere d’occhio perché è indicativo dello stato di salute del nostro animale.

Il primo fattore da tenere in considerazione è se si tratta della muta stagionale oppure se il coniglio perde pelo a causa di una patologia o di infestazioni. La presenza del nuovo pelo sottostante a quello che il coniglio sta perdendo è un elemento indicativo della fisiologia del processo. Se invece con la perdita del pelo si creano delle grandi chiazze oppure delle crosticine, sicuramente c’è qualcosa che non va e sarebbe meglio fare visitare il coniglio.

 

Quando si tratta di “normalissima” muta, potete agevolare il processo di sostituzione del pelo.

 

In questo modo:

  • Il coniglio mostrerà prima il suo nuovo mantello;
  • Eviterete, nel caso di ingerimento di grandissimi quantitativi di pelo, possibili blocchi gastrointestinali. Il coniglio infatti, a differenza del gatto, non sa vomitare ed espellere il bolo di pelo.

Cosa fare durante la muta del coniglio

La vera difficoltà nella gestione della muta del coniglio è il fatto che alcuni esemplari non amano essere toccati e spazzolati. Superato questo scoglio, l’ideale è utilizzare la classica spazzola per capelli, utilissima a districare i nodi, e completare poi l’opera con una spazzola specifica, caratterizzata da sottili aghi di metallo. Questa spazzola deve essere usata delicatamente, evitando di strofinare la cute che si potrebbe irritare; lo scopo è quello di raccogliere il pelo già staccato ma che è rimasto impigliato nel mantello.

Dato che si tratta di un’operazione stressante per il coniglio e che probabilmente andrà ripetuta più volte, consigliamo di alternare la spazzolata a tante, tantissime carezze che lo tranquillizzeranno e che saranno sempre utili a togliere dei ciuffetti di peli già staccati.

Nel giro di qualche giorno il vostro coniglio avrà completato la muta e il nuovo mantello lo aiuterà ad affrontare i mesi più freddi nel modo più confortevole possibile.